Terzo Incontro del “Club amici di Giacomo (Leopardi)”

13147831_10206434230390241_325500885108580692_o

 

Nei giorni 28 settembre-1 ottobre 2017 si svolgerà a Napoli il terzo Incontro “reale” degli amici leopardiani che fanno capo al Gruppo Facebook “Club amici di Giacomo (Leopardi)” che conta ormai oltre 1850 membri.

L’evento, patrocinato dal comune di Napoli, avrà luogo presso la Onlus “Miradois”.

bianco

michela nibaldi

Il sogno

Tag

, ,

427188_3657693036615_474590162_n
“[…]
Or mentre
Di baci la ricopro, e d’affannosa
Dolcezza palpitando all’anelante
Seno la stringo, di sudore il volto
Ferveva e il petto, nelle fauci stava
La voce, al guardo traballava il giorno.
Quando colei teneramente affissi
Gli occhi negli occhi miei, già scordi, o caro,
Disse, che di beltà son fatta ignuda?
E tu d’amore, o sfortunato, indarno
Ti scaldi e fremi.
[…]
(G. Leopardi)
fleurs.jpg

 

Un ricordo di Carlo Leopardi

Tag

, ,

“Quando Antonio Ranieri. accompagnato dalla sorella Paolina, si condusse a Loreto, non venne, com’è noto, in pietoso pellegrinaggio al paese e alla casa dove nacque e abitò per tanti anni l’amico suo adorato. E sì che viveva ancora quella Paolina, così diletta a Giacomo, e a cui lo stesso Ranieri, almeno nelle sue lettere, aveva dato tante prove di vero e sentito affetto. Carlo, come seppe della partenza del Ranieri e della sorella da Loreto, esclamò melanconicamente: “Sono misteri che io rispetto senza comprenderli!” (ricordo di Carlo Leopardi raccolto da C.Antona Traversi)

553515_479115695433871_589604558_n

Una lettera

Tag

,

 

DSC_0260

Senza dubbio, mio caro amico, o non bisognerebbe vivere, o bisognerebbe sempre provar sentimenti, sempre amare, sempre sperare […] Nell’amore, tutti i godimenti che provano le anime volgari, non valgono il piacere che dà un solo istante di incanto e di emozione profonda. Ma come fare in modo che questo sentimento sia durevole, o che ritorni spesso nella vita? dove trovare un cuore che gli corrisponda?
(Lettera del 23.6.1823 a A. Jacopssen)

14.6.1837 – 14.6.2017

Tag

, ,

13416848_10206695820609833_7738384023330845393_o
Anche quest’anno inconsciamente stavo per “dimenticare” quello che nel mio libro “Un giallo a Napoli” ho chiamato “passaggio dal finito all’Infinito” di Giacomo Leopardi. Ogni anno, infatti, mi succede di ricordarlo solo a giorno terminato… sembra che la mia volontà e la mia ragione si rifiutino di accettare la partenza di qualcuno che il cuore considera sempre VIVO.
Molto più bello ricordare la stella del suo arrivo… molto più dolce il prossimo 29 giugno…
Ciao Giacomo!

ginestre firmate

STABAT NUDA AESTAS (Gabriele D’Annunzio)

Tag

, , ,

10440757_10202250242153150_9039072160052047818_n

Primamente intravidi il suo piè stretto
scorrere su per gli aghi arsi dei pini
ove estuava l’aere con grande
tremito, quasi bianca vampa effusa.
Le cicale si tacquero. Più rochi
si fecero i ruscelli. Copiosa
la resina gemette giù pe’ fusti.
Riconobbi il colùbro dal sentore.

Nel bosco degli ulivi la raggiunsi.
Scorsi l’ombre cerulee dei rami
su la schiena falcata, e i capei fulvi
nell’argento pallàdio trasvolare
senza suono. Più lungi nella stoppia,
l’allodola balzò dal solco raso,
la chiamò, la chiamò per nome in cielo.
Allora anch’io per nome la chiamai.

Tra i leandri la vidi che si volse.
Come in bronzea mèsse nel falasco
entrò, che richiudeasi strepitoso.
Più lungi, verso il lido, tra la paglia
marina il piede le si torse in fallo.
Distesa cadde tra le sabbie e l’acque.
Il ponente schiumò nei sui capegli.
Immensa apparve, immensa nudità.