Autunno leopardiano

Tag

, ,

“Nell’autunno par che il sole e gli oggetti sieno d’un altro colore, le nubi d’un’altra forma, l’aria d’un altro sapore. Sembra assolutamente che tutta la natura abbia un tuono un sembiante tutto proprio di questa stagione più distinto e spiccato che nelle altre anche negli oggetti che non cangiano gran cosa nella sostanza, e parlo ora riguardo a un certo aspetto superficiale e in parità di oggetti, circostanze ec. e per rispetto a certe minuzie e non alle cose più essenziali giacchè in queste è manifesto che la faccia dell’inverno è più marcata e distinta dalle altre che quella dell’autunno ec.” 

G. Leopardi, Zibaldone 75

14691093_10207634732402041_9132655709822293484_n

 

Annunci

Terzo Incontro del “Club amici di Giacomo (Leopardi)”

13147831_10206434230390241_325500885108580692_o

 

Nei giorni 28 settembre-1 ottobre 2017 si svolgerà a Napoli il terzo Incontro “reale” degli amici leopardiani che fanno capo al Gruppo Facebook “Club amici di Giacomo (Leopardi)” che conta ormai oltre 1850 membri.

L’evento, patrocinato dal comune di Napoli, avrà luogo presso la Onlus “Miradois”.

bianco

michela nibaldi

Il sogno

Tag

, ,

427188_3657693036615_474590162_n
“[…]
Or mentre
Di baci la ricopro, e d’affannosa
Dolcezza palpitando all’anelante
Seno la stringo, di sudore il volto
Ferveva e il petto, nelle fauci stava
La voce, al guardo traballava il giorno.
Quando colei teneramente affissi
Gli occhi negli occhi miei, già scordi, o caro,
Disse, che di beltà son fatta ignuda?
E tu d’amore, o sfortunato, indarno
Ti scaldi e fremi.
[…]
(G. Leopardi)
fleurs.jpg

 

Un ricordo di Carlo Leopardi

Tag

, ,

“Quando Antonio Ranieri. accompagnato dalla sorella Paolina, si condusse a Loreto, non venne, com’è noto, in pietoso pellegrinaggio al paese e alla casa dove nacque e abitò per tanti anni l’amico suo adorato. E sì che viveva ancora quella Paolina, così diletta a Giacomo, e a cui lo stesso Ranieri, almeno nelle sue lettere, aveva dato tante prove di vero e sentito affetto. Carlo, come seppe della partenza del Ranieri e della sorella da Loreto, esclamò melanconicamente: “Sono misteri che io rispetto senza comprenderli!” (ricordo di Carlo Leopardi raccolto da C.Antona Traversi)

553515_479115695433871_589604558_n

Una lettera

Tag

,

 

DSC_0260

Senza dubbio, mio caro amico, o non bisognerebbe vivere, o bisognerebbe sempre provar sentimenti, sempre amare, sempre sperare […] Nell’amore, tutti i godimenti che provano le anime volgari, non valgono il piacere che dà un solo istante di incanto e di emozione profonda. Ma come fare in modo che questo sentimento sia durevole, o che ritorni spesso nella vita? dove trovare un cuore che gli corrisponda?
(Lettera del 23.6.1823 a A. Jacopssen)