Nel giardino dell'Infinito tra vaghe stelle dell'Orsa...

macchina cucire

Qualche riga letta nella bacheca di un’amica ed ecco il dolore che si risveglia dall’assopimento e riempie ancora una delle rare tregue che faticosamente conquisto con qualche divertissement che mi aiuta a non pensare… il dolore non muore, dorme soltanto qualche volta… E così rivedo le sue mani mentre cuce…io piccola seduta su un basso sgabello ascoltando raccomandazioni e ricordi…La mia mente pare non riuscire più a contenere nostalgie e dolori profondi….
L’oggi svanisce alla ricerca del ieri più bello..
E’ la vita! Già…è la vita…

View original post